Azioni legali collettive statunitensi contro la Cina per i danni da Coronavirus

Cittadini e imprese statunitensi hanno intentato un’azione legale collettiva contro il governo cinese, chiedendo il risarcimento dei danni causati dalla nuova epidemia di coronavirus.

Nello stato meridionale della Florida, un gruppo di individui e di imprese ha intentato una causa presso un tribunale distrettuale federale il 12 marzo.

I querelanti sostengono che stanno subendo danni enormi a causa della cattiva gestione dell’epidemia da parte del governo cinese.

La causa è stata intentata da circa 1.000 querelanti provenienti da tutto il paese, tra cui individui infettati dal virus e grandi aziende gravemente colpite dall’epidemia.

Tra i fattori alla base della causa, le osservazioni di un portavoce del ministero degli Esteri cinese che ha detto su Twitter che il coronavirus potrebbe essere stato portato in Cina dall’esercito statunitense.

Lo studio legale ha osservato che la Cina ha causato la diffusione del virus in tutto il mondo non riuscendo a contenerlo, sottolineato che è sbagliato che il Paese dia la colpa agli Stati Uniti, e  che il governo cinese ha messo a tacere i medici nascondendo  informazioni importanti al resto del mondo.

Simili azioni legali collettive sono state intentate negli stati del Texas e del Nevada contro il governo cinese, mentre il coronavirus continua a diffondersi in tutto il paese.

Share

Redazione

Next Post

Video: Covid-19, Generativitá e l´Italia che verrá: Mauro Magatti in conversazione con Stefano Carpani

Lun Mar 30 , 2020
Mauro Magatti e Stefano Carpani discutono i possibili scenari derivanti dalla crisi Codid-19, provando – seguendo il principio della generativitá sociale – a capire come sará la ricostruzione. Entrambi concordano […]