La casa madre di TikTok potrebbe perdere 6 miliardi di dollari dopo il divieto indiano

Divieto Tiktok India
Divieto Tiktok India

La società madre di TikTok, ByteDance, con sede in Cina, potrebbe subire una perdita di 6 miliardi di dollari a seguito della decisione del governo indiano di vietare 59 applicazioni cinesi, tra cui la popolarissima TikTok.  L’azienda ha investito più di 1 miliardo di dollari sul mercato indiano, e il divieto potrebbe bloccare tutte le sue attività in quel paese, causando una perdita fino a 6 miliardi di dollari. Questa cifra supererebbe le perdite potenziali di tutte le altre applicazioni messe insieme.

TikTok è una piattaforma di condivisione video brevettata da ByteDance, mentre Helo è una piattaforma di social media che l’azienda ha pubblicato per il mercato indiano. Anche l’app Vigo Video, presente nell’elenco dei divieti, appartiene alla stessa azienda.  Secondo i dati di Sensor Twoer, una società di analisi di applicazioni mobili, TikTok è stata scaricata 112 milioni di volte a maggio, il 20% in India, il doppio rispetto agli Stati Uniti.

Il ministro dell’Information Technology, Ravi Shankar Prasad, ha dichiarato che il governo ha vietato le app per la sicurezza, la protezione, la difesa, la sovranità e l’integrità dell’India.

Gli sviluppi si collocano sulla scia dell’ultima escalation tra l’India e la Cina dopo il recente stand-off a Galwan Valley nel Ladakh orientale del mese scorso, che ha causato la morte di 20 soldati indiani in uno degli scontri più sanguinosi tra le due parti dal 1972.

La Cina aveva espresso preoccupazione per la decisione dell’India di vietare le 59 app sviluppate da aziende cinesi e ha sottolineato che Nuova Delhi ha la responsabilità di sostenere i diritti legali degli investitori internazionali, compresi quelli cinesi.

Share

Redazione

Next Post

Kim Jong Un sarebbe morto in un golpe militare segreto, secondo alcune fonti.

Mar Lug 7 , 2020
Secondo alcuni analisti sud coreani Kim Jong Un sarebbe stato eliminato.  La corea del Nord sarebbe in mano ad un governo filocinese. La morte del leader sarebbe tenuta segreta per […]
Kim Jong Un