La morte improvvisa del panda gigante nello zoo tailandese ha dato il via a un’indagine cinese

I funzionari hanno dichiarato che Chuang Chuang è collassato Lunedi nel suo recinto al Chiang Mai Zoo poco dopo un pasto di foglie di bambù.

panda photo
Photo by pbassart

 

Un panda gigante amatissimo concesso in prestito alla Thailandia è morto improvvisamente in uno zoo del nord della Thailandia

Chuang Chuang Chuang, un panda gigante maschio di 19 anni, è stato dato al paese del sud-est asiatico nel 2003 “per simboleggiare il rapporto tra Cina e Thailandia”, insieme ad un panda femmina, Lin Hui, secondo il sito web dello Zoo di Chiang Mai Zoo.

L’orso diciannovenne era molto popolare in tutta la Thailandia, soprattutto grazie ai ripetuti sforzi dello zoo per farlo accoppiare con la sua compagna.
La sua inspiegabile morte, avvenuta lunedì scorso, ha suscitato scalpore sui social media cinesi, con molti utenti che accusano la Thailandia di non prendersi cura dell’animale.
I panda giganti, che sono nativi della Cina, di solito vivono per 25-30 anni in cattività. Sono stati considerati in pericolo, ma sono stati riclassificati come “vulnerabili” dall’Unione internazionale per la conservazione della natura, a seguito di un aumento numerico.
La Cina presta gli animali a paesi di tutto il mondo per rafforzare i legami diplomatici.
In Cina si parla diffusamente della vita degli animali all’estero, e la morte prematura di Chuang Chuang ha ricevuto un’ampia copertura nei media statali.

Si procederà a un’indagine per stabilire la causa della morte e gli esperti del China Conservation and Research Centre si recheranno a Chiang Mai per lavorare con le loro controparti thailandesi.  Alcuni utenti dei social media sulla piattaforma cinese Weibo erano preoccupati, affermando: “La Thailandia non è adatta all’allevamento di panda”, e “non trattano gli animali così bene come crediamo”.  Altri hanno chiesto che il panda femminile rimanente a Chiang Mai, Lin Hui, sia restituito alla Cina.

Chuang Chuang  era allo zoo di Chiang Mai dal 2003, insieme alla sua compagna.
Non riuscendo a mostrare alcun interesse sessuale in Lin Hui, lo zoo ha provato vari metodi per aumentare il suo desiderio sessuale, tra cui metterlo su una dieta a basso contenuto di carboidrati, e mostrando video di accoppiamento tra animali panda.
Con tutti gli sforzi che fallivano, lo zoo decise di fare ricorso all’inseminazione artificiale e Lin Hui ha partorito nel 2009.

Share

Redazione

Next Post

Documentario: Misteri della Cina

Ven Set 20 , 2019
Bellissimo docuimentario sulla Cina antica e morderna, Misteri della Cina cattura uno dei grandi eventi archeologici dell’età moderna, raccontando la storia dell’antica Cina, il Primo Imperatore, e la fondazione letterale […]