FMI: Le tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina hanno “reali effetti di ricaduta”.

Tobias Adrian, direttore del dipartimento dei mercati monetari e dei capitali del Fondo Monetario Internazionale, ha affermato che la guerra commerciale tra Washington e Pechino ha avuto un impatto significativo sui mercati finanziari negli ultimi due anni.

Tobias Adrian, IMF Financial Economic Counsellor and Director of the Monetary and Capital Markets Department, speaks during the Global Financial Stability Report press briefing at the 2018 IMF/World Bank Spring Meetings on Wednesday, April 18 in Washington, D.C. Ryan Rayburn/IMF Photo

Le tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina – le due maggiori economie mondiali – sono una fonte significativa di rischio per l’economia globale, con “effetti reali di ricaduta” per i mercati emergenti, hanno affermato dei maggiori autorità dell’ FMI.

La contesa potrebbe creare un “effetto domino” per le economie più piccole, secondo un altro dirigente del FMI.

“Esortiamo i responsabili politici di tutto il mondo a continuare a lavorare insieme per risolvere queste tensioni commerciali, poiché si tratta di una significativa fonte di incertezza e di una significativa fonte di rischi di recessione”, ha detto. “Ci sono reali effetti di ricaduta per i mercati emergenti”.

Share

Redazione

Next Post

I giocatori di calcio occidentali che prendono la cittadinanza cinese

Gio Ott 24 , 2019
I Giochi Olimpici del 2018 furono i più costosi mai organizzati, con un investimento di 40 miliardi di Dollari da parte di Pechino. Gli atleti cinesi vinsero 51 medaglie d’oro […]